Il Green ed il futuro della finanza.

Blog

l temi della sostenibilità, dell’attenzione al sociale e di una governarce trasparente sono elementi che caratterizzano in modo sempre più significativo la finanza e che introducono, nei rapporti tra imprese, istituzioni finanziarie ed investitori privati, nuovi elementi di giudizio e valutazione.

 

Un’impresa sulla quale investire non è solo un’impresa che ha i conti in ordine ma è sempre più un’impresa consapevole del proprio ruolo all’interno della società nella quale opera. Un’impresa che, in altri termini, si fa carico di dare il proprio contributo alla soluzione di problemi più ampi rispetto a quelli strettamente connessi alla gestione delle proprie attività.

 

L’insieme degli strumenti finanziari che contribuiscono a supportare le imprese che fanno della sostenibilità un elemento distintivo vengono definiti ESG, Environmental,  Social, Governance. Lo strumento che consente di valutare l’affidabilità di un’impresa dal punto di vista della sostenibilità è il Bilancio Sociale.

 

Per chi investe integrare la consueta analisi finanziaria con i criteri ESG rappresenta una prassi sempre più comune che risponde all’esigenza di allocare una quota sempre maggiore di fondi raccolti sulla base di finalità sociali. Per dare una dimensione: il patrimonio dei fondi ESG in Italia ammonta a 41,5 Miliardi[1], la stima si riferisce esclusivamente al risparmio gestito al quale va aggiunto il mercato  delle obbligazioni green e le obbligazioni sociali,  la raccolta di capitale di rischio tramite piattaforme di crowdfunding. A livello globale il patrimonio gestito con una logica ESG ammonta a 1.000[2] miliardi, più della metà del prodotto interno lordo italiano.

 

Agli strumenti messi a disposizione dal privato vanno sommate le risorse pubbliche, il Green Deal Europeo che si propone di rendere l’UE climaticamente neutra entro il 2050 e prevede, attraverso il programma Next Generation EU una forte spinta a tutte quelle attività che dovranno favorire la transizione  ad un’economia più verde e digitale. Gli sforzi della Commissione e dei singoli stati sono, oggi più che mai, orientati al criterio della sostenibilità, della responsabilità, dell’inclusione. Questo si traduce in una pluralità di strumenti agevolati pronti a sostenere le imprese che faranno di questi valori un cardine del loro sviluppo di lungo periodo.  Officine Moderne su sostenibilità e finanza green vuole costruire il futuro dei propri servizi. Oggi si parte.

[1] Fonte Assogestione. Nel 2019 l’ammontare dei fondi era pari a 31 Miliardi.

[2] Fonte: Morningstar